Abbigliamento invernale bici – cosa scegliere

Abbigliamento invernale bici, scopriamo insieme i trucchi.

L’INVERNO E’ ARRIVATO, MA SEI PRONTO? Hai il materiale adatto? Vuoi dei suggerimenti? Ecco le  5 domande che ti devi sempre  porre  prima di uscire in bici.

1- quanti km vuoi percorrere o quante ore vuoi stare in sella?

2- bici da strada o mountain bike?

3- Salita o pianura? Parti in discesa?

4- A che ora parti? Mattino o pomeriggio ?

5 – Il meteo? Parti con un cielo coperto/nuvoloso e poi arriva il sole? Oppure il contrario ?

Esaminiamo ora le nostre domande:

1) quanti km vuoi percorrere o quante ore vuoi stare in sella?

Chiaramente questo punto è il più importante perché in base a quanto e cosa vuoi fare dovrai capire come ti dovrai vestire. Appena si esce da casa tutti riescono a “nascondersi” dal freddo ed il caldo accumulato ti fa da barriera protettiva, ma già dalla seconda / terza / quarta ora il freddo penetra piano piano nel tuo corpo e inizi a “mollare”. Quindi diventa sempre più importante essere pronti!

2) bici da strada o mountain bike?

Anche qui c’è una grossissima differenza: la MTB, grazie alla sua velocità più controllata e a percorsi misti, ti  permette di prendere meno freddo (anche il bosco ci ”protegge”), ma  con la BDC (bici da corsa) la velocità è sempre alta e il freddo penetra più velocemente.

3) Salita o pianura? Parti in discesa? Il percorso incide tantissimo sulla quantità di freddo che affronterai, quindi devi subito decidere se vestirti tanto oppure “poco”, ma… attenzione a non sudare! Ma cos’è il sudore?

“La sudorazione (anche perspiratio sensibilis) è un processo fisiologico che consiste nella secrezione di un liquido, detto sudore, che viene prodotto dalle ghiandole sudoripare.”

Sono diverse le funzioni di tale processo; una di queste è l’escrezione di sostanze di rifiuto; quando sudiamo, infatti, il nostro organismo elimina acqua, ioni sodio, potassio e cloro, urea, immunoglobuline, acidi grassi, colesterolo ecc.; la sudorazione è inoltre uno dei meccanismi principali della termoregolazione, l’evaporazione dell’acqua contenuta nel sudore induce infatti un abbassamento della temperatura corporea (per ogni litro di sudore che evapora si ha una perdita di circa 580 kcal). Fonte: Wikipedia

Quindi…ricordati di bere anche in inverno, ma questo tema lo toccheremo in un altro post.

4) A che ora parti? Mattino o pomeriggio?

Sembra un punto ininfluente, ma partire la mattina alle 8 rispetto alle 11 in inverno fa molta differenza: possono anche variare 10°C.

5) Il meteo? Parti con un cielo coperto/nuvoloso e poi arriva il sole? Oppure il contrario?

La valutazione del meteo è spesso sottovalutata, non solo per l’abbigliamento da usare, ma anche per la tua sicurezza. Oltre al fattore freddo devi infatti considerare che anche le strade si “trasformano”, quindi devi prestare molta più attenzione nella scelta delle coperture e nel gonfiaggio delle stesse.

Dopo aver approfondito i vari punti, saprai a cosa andrai incontro e saprai quindi optare per le migliori soluzioni.

Noi ci sentiamo di aggiungere altri piccoli consigli, ma ricordati sempre che ognuno percepisce il freddo in maniera “strettamente personale” e le scelte dipenderanno molto dalla propria esperienza e dal meteo/latitudine della tua città.

Abbigliamento invernale bici per il corpo

Corpo: ti ricordi cosa diceva la nonna? Vestiti a “cipolla’’, togli e metti, quindi: parti coperto, ma appena il motore inizia a scaldarsi svestiti del superfluo e cerca di non sudare troppo; nel momento in cui fai una discesa o senti freddo puoi sempre rivestirti. Utilizza materiale tecnico traspirante che permette al sudore di passare all’esterno  ma allo stesso tempo ti protegge dall’aria. 

Fondamentale un buon intimo tecnico altamente traspirante che costituisce il tuo “strato base” (dall’inglese: base layer). Ricordati di scegliere prodotti realizzati con materiali ipoallergenici e che non presentino cuciture (possibili fonte d’irritazione)

Mani: esistono svariati tipi di guanti, da quelli imbottiti a quelli più leggeri; provali e capirai quello che fa per te, ma attenzione alla sicurezza: le mani devono SEMPRE avere la massima presa sul manubrio e sui freni e la manualità deve sempre essere al primo posto. Se i guanti non bastano, esistono creme riscaldanti e sotto guanti in seta.

Piedi: esistono delle scarpe invernali più imbottite e alte, esistono dei copri scarpe in neoprene oppure in materiale tecnico, anche in questo caso devi provare.. e se non basta? Crema riscaldante…

Testa: una semplice bandana ( non in cotone, che tratterebbe il sudore) o un semplice copricapo in tessuto tecnico sotto al casco sono sufficienti.

Casco: esistono caschi aperti che garantiscono una maggiore circolazione d’aria (più estivi), ma anche caschi chiusi che  proteggono maggiormente dal freddo e dall’aria.

Calze: ne esistono di varie tipologie, da quelle di natura tecnica e sintetica oppure le più naturali come la lana merinos…

Abbiamo Dimenticato qualcosa?  Chiedi, confrontiamoci sull’abbigliamento invernale bici e apriamo una bella discussione cosi impareremo l’uno dall’altro e… saremo ciclisti sempre “più caldi”!


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *